6Febbraio , 2023

Al via Super Drug Italia prima centrale acquisti del Drugstore

Correlati

Catania, Schifani: grande partecipazione popolo a festa Sant’Agata

"Apprezzato richiamo dell'arcivescovo a impegno e trasparenza" Roma, 5 feb....

Arte Fiera chiude: 50mila visitatori, in linea con pre pandemia

Organizzatori soddisfatti: "Manifestazione riuscita" Milano, 5 feb. (askanews) - Si...

condividi

Sarà il secondo operatore in Italia con il 24% di quote di mercato

Roma, 13 gen. (askanews) – Nasce Super Drug Italia, la prima centrale acquisti del canale drugstore di proprietà interamente italiana. Grazie all’accordo tra Crai Secom e quattro dei maggiori player del settore – Forza 3, Consorzio Promotre, DMO e Pilato -, informa una nota, Super Drug Italia si attesta quale secondo operatore in Italia con una quota di mercato del 24% (fonte Nielsen) assicurando un fatturato alle casse pari a 1,2 mld di euro. Super Drug Italia è socio diretto della Centrale Forum per la negoziazione degli accordi quadro con l’industria di marca.

È stata, inoltre, siglata un’alleanza strategica di collaborazione con il partner Crai Secom. Super Drug Italia sarà la casa madre di otto società tutte a matrice italiana: Risparmio Casa, AeG Vitulano, General Srl, Ingromarket Srl, Meloni Walter SA, Dmo S.P., Pilato S.P.A e Prodis. Con sei insegne nazionali quali Caddy’s, Piume, Vitulano Drugstore, Risparmio Casa, Pilato e Punto P., Super Drug Italia conta un totale di più di mille punti vendita.

Ad annunciare la nascita di Super Drug Italia, i nuovi vertici della centrale acquisti: il presidente Stefano Battistelli, co-fondatore di Risparmio Casa, il vice presidente Fabio Celeghin, amministratore delegato di DMO e Francois Xavier Tah, direttore generale.

Nei piani di Super Drug Italia c’è la volontà di porsi come interlocutore qualificato nel comparto cura casa ed igiene della persona in Italia e far emergere il valore e l’importanza delle proprie reti di punti vendita sul territorio. Super Drug Italia punta, dunque, a riunificare la distribuzione promuovendo la sintesi dei valori che la contraddistinguono, il know-how delle strutture dei 4 gruppi fondatori nonché la vision degli imprenditori che le identificano.

“Siamo molto orgogliosi di aver dato vita ad una delle prime centrali acquisti del settore no food in Italia” – commenta il neo presidente Stefano Battistelli – “ma ancor di più per aver creato un gruppo nato dall’unione di aziende italiane leader nel settore. Affrontando insieme ogni nuova sfida con passione e impegno, siamo pronti a mettere a disposizione le nostre competenze e esperienze con l’obiettivo di essere un valore aggiunto per il mercato italiano e offrire ai fornitori un interlocutore affidabile e ambizioso”.

continua a leggere sul sito di riferimento