6Febbraio , 2023

Collezione Peggy Guggenheim Venezia, nel 2022 381mila visitatori

Correlati

Si aggrava bilancio terremoto in Turchia e Siria: almeno 640 morti

Si cercano ancora centinaia di dispersi sotto le macerie Roma,...

Covid, Gimbe: in 7 giorni contagi e ricoveri in calo ma boom di morti

Monitoraggio settimanale: -9,9% di nuovi casi ma +27,2% di...

Vaccini, Gimbe: in caduta libera tra fragili e anziani

Il presidente Cartabellotta: "Quasi 12 mln senza quarta dose" Milano,...

Sanremo al via: 28 artisti in gara, l’amore il fil rouge

La 73esima edizione del Festival è targata Amadeus Sanremo, 6...

Catania, Schifani: grande partecipazione popolo a festa Sant’Agata

"Apprezzato richiamo dell'arcivescovo a impegno e trasparenza" Roma, 5 feb....

condividi

Numeri “eccezionali”, +65% rispetto al 2021 ancora pandemico

Milano, 13 gen. (askanews) – Il 2022 è stato un anno che ha segnato il ritorno del grande pubblico alla Collezione Peggy Guggenheim di Venezia. I numeri parlano di 381.000 presenze durante i 314 giorni di attività, con una media giornaliera di 1.215 ospiti, +65% rispetto ai visitatori del 2021, anno in cui, a causa del protrarsi della pandemia, il museo ha sempre avuto ingressi contingentati, nonché brevi periodi di chiusura.

A questa cifra, che dal museo veneziano definiscono “eccezionale”, si aggiungono oltre 4.000 persone che hanno visitato la collezione in occasione di inaugurazioni, eventi istituzionali, corporate e privati, e oltre 7.000 partecipanti a Public Programs, Kids Day, programmi di accessibilità, visite legate al progetto A scuola di Guggenheim. Grandissimo successo di pubblico e critica è stato inoltre registrato dalla mostra “Surrealismo e magia. La modernità incantata”, che nel corso dei suoi 147 giorni di apertura ha contato quasi 216.000 visitatori.

“Per noi il 2022 è stato l’anno della rinascita – ha detto la direttrice Karole P. B. Vail -. Dopo due anni di difficoltà e incertezze, che ci hanno costretto ad essere molto cauti e ad aprire dapprima le porte di Palazzo Venier dei Leoni, con la collezione permanente, e poi ad organizzare un’unica, straordinaria, mostra, quale è stata Surrealismo e magia. La modernità incantata, ora possiamo guardare a questo nuovo anno con maggiore ottimismo e fiducia. Nel 2023 saranno due le mostre temporanee che affiancheranno la collezione di Peggy Guggenheim, volte a celebrare due interpreti della storia dell’arte del XX secolo, entrambi presenti nella collezione della mecenate americana: Edmondo Bacci e Marcel Duchamp. Naturalmente, contestualmente al programma espositivo, non mancheranno attività collaterali, Public Programs, e progetti di accessibilità e inclusività, per ogni tipo di pubblico e per i nostri soci”.

continua a leggere sul sito di riferimento