29Gennaio , 2023

Quirinale, in Aula scintille a sfondo sessuale Sgarbi-De Luca

Correlati

Pd, Bonaccini: “Porte aperte ma Giarrusso prima si scusi”

ROMA – "Noi siamo una comunità aperta e accogliente,...

Bamp: il cinema si impara a scuola

Domani al cinema America di Napoli al via il...

Morto Ludovico Di Meo. Ex Rai, era direttore generale di San Marino Rtv

Condusse al Tg1 l'edizione straordinaria dell'11 settembre Roma, 29 gen....

Juventus-Monza 0-2, Ciurria e Dany Mota affondano lo Stadium

Colpo dei brianzoli, vincono a Torino e scavalcano i...

Morte Ludovico Di Meo, il cordoglio di Lonfernini e Beccari

Il comunicato Roma, 29 gen. (askanews) - La notizia della...

condividi

ROMA – Fase finale del quinto scrutinio per l’elezione del Capo dello Stato. Alla Camera i grandi elettori ingannano il tempo come possono. Tra Luca Zaia e Vincenzo De Luca c’è la sintonia che di solito matura tra colleghi: odi et amo. “Hai votato?” si informa De Luca. “Certo”, lo tranquillizza Zaia. “Ti fotograferò e ti ricatterò a vita. Candidare Casellati è stata un’intuizione luminosa”, lo sferza il governatore campano.

DE LUCA: “CASSESE? MI RICORDA CERNENKO…”

I giornalisti ascoltano curiosi. Presidente, ma di Cassese che ne pensa? “Altra intuizione luminosa. Mi ricorda l’ultimo Cernenko, quando lo tenevano in piedi con la stecca”, dice De Luca, e fa il gesto del braccio sorretto dalla mano. Com’è noto, Cernenko fu eletto segretario del Pcus, nel 1984 dopo la morte di Andropov, che era già malato. Fu portato a votare alle elezioni del 1985 che era quasi moribondo.

LEGGI ANCHE: Sgarbi scoiattola dietro Letta e sbotta: “Dove c… vai?”

Arriva Vittorio Sgarbi e la conversazione non sale di livello. Genere amarcord. “Io e Bossi litigavamo molto. Un giorno io stavo con Milly D’Abbraccio. Lui mi guarda e mi fa: siamo divisi su tutto, solo la figa ci unisce”. De Luca alza le sopracciglia. “Ma ti rendi conto dove stai?”, e invita Sgarbi a ricordarsi che i cronisti, attorno, ascoltano. “Ma sai, erano gli anni ’90 – si spiega il critico d’arte – Erano tutti gay. Tu sei gay, vero?”. De Luca ansima in un silenzio teso. La mascherina vibra quando pronuncia le parole: “Te pozzan accirere”. Sgarbi non sembra capire.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Quirinale, in Aula scintille a sfondo sessuale Sgarbi-De Luca proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento