24Settembre , 2023

Ucraina, Salvini contestato al confine polacco: “Condanni Putin”

Correlati

Migranti, Crosetto: da Germania mi aspetto collaborazione non polemica

Così il Ministro della Difesa rivolgendosi al governo tedesco Roma,...

Edilizia, Tajani: “Non parlerei di condono, sanare solo le piccole cose”

ROMA – “Penso che sia importante puntare sulla rigenerazione...

L’asteroide Wes Anderson torna in Fondazione Prada a Milano

Una mostra dedicata agli oggetti dell’ultimo film del regista Milano,...

Ingegneri, il 27 settembre al via congresso del centenario

(Adnkronos) – È ‘Mete. 100 anni e oltre’...

condividi

Così ora Salvini sa cosa vuole dire essere “accolti” da chi non ti vuole. #polonia #salvini pic.twitter.com/ihiPvBNseC— Selvaggia Lucarelli (@stanzaselvaggia) March 8, 2022

ROMA – Contrattempo per Matteo Salvini partito in ‘missione’ in Polonia durante il conflitto tra Ucraina e Russia. Durante un punto stampa con il sindaco di Przemysl, Wojciech Bakun, a pochi passi dal confine con l’Ucraina, il leader della Lega è rimasto vittima di una ‘trappola’ tesa dallo stesso primo cittadino della cittadina polacca.

Quest’ultimo ha infatti mostrato la maglietta con il volto di Vladimir Putin che lo stesso Salvini indossò durante una delle sue visite a Mosca. Il sindaco si è quindi rivolto al suo interlocutore, evidentemente colto di sorpresa: “Salvini, io non la ricevo. Venga con me al confine a condannare Putin”. Ad aggravare la situazione anche la contestazione in italiano, rivolta allo stesso leader del Carroccio le parole “pagliaccio” e “buffone” gridate dai fotografi italiani. Salvini si è a quel punto dileguato, augurando un imbarazzato “buon lavoro” ai presenti. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Ucraina, Salvini contestato al confine polacco: “Condanni Putin” proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento